iPhone 8 costerà fino a 1400 euro - Universal Informatica
287
post-template-default,single,single-post,postid-287,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

iPhone 8 costerà fino a 1400 euro

iPhone 8 costerà fino a 1400 euro

Il nuovo iPhone 8 potrebbe costare nella sua versione top da 512GB fino a 1.400 euro e questo per colpa di Samsung e del suo monopolio dei display OLED,Samsung ha  alzato il prezzo dei nuovi pannelli OLED presenti nell’iPhone, Apple, non ha potuto che acquistare dall’azienda sudcoreana con un inevitabile innalzamento finale del costo dell’iPhone 8 sugli utenti.

Secondo l’indiscrezione il display del nuovo iPhone sarà costituito da diverse componenti ossia uno strato OLED flessibile quindi un pannello OLED tattile, un modulo 3D Touch completamente nuovo a livello di tecnologia ed un altro pannello OLED. Chiaramente tutti i pannelli OLED sono stati realizzati da Samsung, che detiene il monopolio in tal senso, e dunque acquistati da Apple per il suo nuovo device. La novità però sta anche nel fatto che tali nuovi pannelli costano decisamente di più rispetto a quelli classici LCD posti fino ad oggi negli iPhone. Sì, perché secondo una stima sommaria le unità OLED costeranno dai 120 ai 130 dollari contro i soli 45 o 55 dollari degli attuali pannelli LCD. Una differenza notevole che dunque non potrà che sommarsi al prezzo finale a cui Apple venderà i propri iPhone 8 capaci di raggiungere addirittura un prezzo di partenza di 999€ per la versione base da 64GB e superando i 1.400€ per quella da 512GB top di gamma. In Apple, in un primo momento, si era fortemente tentati di porre un Touch ID al di sotto del pannello OLED. Tale soluzione però non ha soddisfatto la dirigenza di Cupertino visto che il Touch ID si sarebbe trovato in una zona in cui non avrebbe potuto rispondere in modo corretto alla pressione, andando in conflitto con il nuovo 3D Touch. Questo ha scoraggiato Apple la quale ha dovuto ripiegare su di una soluzione diversa per la sicurezza degli utenti nello sblocco del device ma anche nel possibile pagamento di eventuali acquisti con Apple Pay. Da qui l’introduzione di un sofisticato sistema di riconoscimento facciale capace di scansionare il volto dell’utente proprietario in meno di un secondo.